Tu sei qui: Home Notizie Piscine private ad uso collettivo - Comunicazione adempimento.

Piscine private ad uso collettivo - Comunicazione adempimento.

Il SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) fa presente che i titolari degli impianti di Piscina annessi ad Alberghi, Affittacamere, Stabilimenti balneari, Palestre etc. che NON posseggono i requisiti strutturali previsti dalla normativa regionale, possono avanzare richiesta di deroga ENTRO E NON OLTRE IL 30 SETTEMBRE p.v. utilizzando l'apposito modulo predisposto dalla Regione Toscana: La richiesta dovrà essere trasmessa tramite P.E.C. all'Ufficio SUAP del Comune ove ha sede l'attività.

MODULO DELLO SPORTELLO UNICO PER LE  ATTIVITÀ PRODUTTIVE DEL

 
COMUNE DI _______________

                                                         Allo  Sportello Unico Attività Produttive

                                                        sede Comune di ________________

PISCINE AD USO NATATORIO

RICHIESTA DI DEROGA DEFINITIVA AI REQUISITI INDIVIDUATI NELL’ARTICOLO 51 DEL REGOLAMENTO D.P.G.R. 23/R 2010

 

Il sottoscritto Cognome                                   Nome

Data di nascita                                Luogo di nascita                                                    (Prov.       )

Cittadinanza

Residenza: Comune di                                                     I_I   CAP                       (Prov.       )

Via/P.zza                                                                                       n.       Tel.

 

I_I  Titolare della impresa individuale      I_I  Legale rappresentante della Società

I_IProprietario            

 denominazione o ragione sociale

con sede  legale  amministrativa nel Comune di                                             (Prov.      ) Via/P.zza                                                                                                    n.       CAP

Tel.                                    Fax                         E-mail                    @

Iscritta al Registro Imprese della C.C.I.A.A. di                   al n.

CF                                                                        P. IVA

 Consapevole che le dichiarazioni rese ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, qualora false, nonché la falsità negli atti e l’uso di atti falsi, comportano l’applicazione delle sanzioni penali previste dall’art.76 del medesimo decreto e la decadenza dai benefici conseguenti all’atto autorizzatorio,

DICHIARA

 Classificazione piscina:

 Piscine di Proprietà pubblica o privata

I_I Piscina  pubblica /privata aperta al pubblico

 

Piscina privata ad uso collettivo

I_I Struttura ricettiva: 

I_I Agriturismo

I_I Palestra

I_I Altro

 

Impianti finalizzati al gioco acquatico

I_I Impianti finalizzati al gioco acquatico

 Piscina in esercizio

 Indicare la data di esercizio dell’attività (antecedente alla data di entrata in vigore del regolamento regionale di cui all’art.5 della L.R. n.8 /2006)

La piscina di cui trattasi risulta in esercizio dalla seguente data:             _______/_______/_______

 Piscina esistente

 Indicare la data nella quale è stato conseguito il titolo autorizzativo edilizio conforme alla normativa (antecedente alla data di entrata in vigore del regolamento regionale di cui all’art.5 della L.R. n.8 /2006)

Titolo edilizio autorizzativi relativo alla piscina n._____________      _______/_______/_______

 Dati Impianto

 Denominazione impianto


 

Sito in

 

via

 

n.

Tel.

 

Cell.

 

mail

 

PEC

 












 Di essere consapevole che la deroga richiesta è concessa dal Comune, previa acquisizione del parere dell’Azienda USL competente, applicando una riduzione del numero massimo di bagnanti, definito dal regolamento regionale di cui all’art.5 della LR n. 8/2006, rapportata alle carenze dell’impianto, sulla base di linee guida adottate dalla Giunta Regionale.

 Ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 200. n.445 dichiaro di avere titolo, legittimazione e possesso dei requisiti per la presentazione della presente domanda  e che non sussistono nei miei confronti “cause di divieto, di decadenza, o di sospensione” di cui all’articolo 67 del D.Lgs. 06/09/2011, n.159 (codice antimafia).

CHIEDE

Deroga definitiva previo parere AUSL

I_I art 5 comma 4 pendenza del fondo non supera il limite dell’8 %;

I_I art 6 Altezza del vano contenente la vasca;

I_I art 8 comma 1 limitatamente al rispetto dei requisiti tecnici delle scalette e dei gradini;

I_I  art  9 comma 1 limitatamente al colore dei materiali;

I_I  art 11 commi 1,2,3 spazi perimetrali intorno alla vasca;

I_I art 16 commi 3 e 5 spogliatoi e cabine;

I_I art.21 commi 1 lettere a) dimensione locale;

I_I art.21 commi lettere d) via di comunicazione con l’esterno;

I_I art.22 commi 2 comma 1 spogliatoi e servizio personale.

 Per le piscine in cui le vasche sono approvvigionate con acque marine classificate come acque di balneazione, è inoltre prevista una deroga definitiva ai seguenti requisiti:

I_I articolo25 (ricicli dell’acqua);

I_I  articolo 26, commi 1 e 2 (reintegri e rinnovi dell’acqua-autocontrollo).

 ALLEGA ALLA PRESENTE

I_I Planimetria  in scala 1/100 (con la specifica della/a deroghe richieste)

 I_I Relazione descrittiva

 L’interessato_______________________________ 


                                                                Trattamento dati personali

 

I dati di cui al presente procedimento amministrativo sono trattati nel rispetto delle norme sulla tutela della privacy, di cui al d.lgs. 30 giugno 2003 n.196 – codice in materia di protezione dei dati personali. i dati vengono archiviati e trattati sia in formato cartaceo sia su supporto informatico nel rispetto delle misure minime di sicurezza. l’interessato può esercitare i diritti di cui al citato codice presentando richiesta direttamente presso il settore sviluppo economico.

 

               (luogo )               lì                     ( data)

 

L’interessato _______________________________

 

                                                                      

 

            Il gestore _______________________________

 

 

 

 

Azioni sul documento